- Parrocchia
     - Chiese
     - Santi
     - Sacerdoti
        - D. Ernesto
        - D. Michele
        - D. Mario
        - D. Marco
        - D. Fabrizio
        - D. Giorgio
     - Cons. Pastorale
     - Archivio
     - Associazioni
     - Gruppi
     - Collaborazioni
     - Sala Manfredda
     - Orario Messe
     - Contattaci

 - Oratorio

 - Ordini Religiosi


  Ricerca nel sito
 
Web
parrocchiagalliate.it
Ultimo aggiornamento: 11/10/2017
  
D. Marco

 Torna alla lista degli articoli

ASCOLTO E LEGAMI

«Uomini e donne di ascolto e di legámi» Non è solo la conclusione di un’omelia, anche se così si chiudeva la riflessione di don Felice Tenero al termine dell’incontro tra i coordinatori dei missionari italiani in America Latina. È molto di più!
È innanzitutto l’espressione della nostra comune vocazione, come cristiani e come missionari: in qualunque posto del mondo ci troviamo, siamo chiamati ad ascoltare la voce dell’umanità, di tutti quegli uomini e donne che non sempre possono gridare per far valere i propri diritti; ed ascoltare la voce di Dio, che spesso appena sussurra per non «disturbare»; ed ascoltare la voce del nostro cuore, con tutti i suoi desideri e le sue paure, che spesso preferiamo mettere a tacere perché scomodi e insistenti. E siamo chiamati a creare legámi nuovi e ricreare quelli distrutti da una società che inneggia alla libertà più assoluta: legame significa responsabilità e al mondo d’oggi questo significa schiavitù…
Ma è anche il significato della nostra missione specifica: in mezzo a tanti nostri fratelli e sorelle che come noi hanno scelto di riaffermare con decisione il loro «Sì!» a Dio dando la disponibilità per spendere tempo ed energie per l’evangelizzazione un po’ più lontano da casa, a me per l’Uruguay e ai miei colleghi per gli altri paesi dell’America Centrale e Meridionale è chiesto di essere pronti all’ascolto per tutti coloro che in un certo senso rappresentiamo e che spesso, tanto impegnati a favore degli altri, soffrono in silenzio e talvolta in isolamento. Non tutti, per fortuna, si trovano in questa situazione, ma ugualmente non sarà spiacevole, mi auguro, che qualcuno li cerchi e li aiuti a tenere i contatti con gli organismi preposti dalla Chiesa per la loro coordinazione, sostegno e aiuto.
Ascoltarli e aiutarli a rinnovare o mantenere i legami, tra di loro e con l’Italia: si tratterà non solo di organizzare l’incontro annuale di amicizia e formazione permanente (incoraggiando i pigroni! e cercando di aiutarvi a partecipare chi fosse in difficoltà), ma anche di spendere un po’ di tempo per una telefonata o una lettera per Pasqua, o magari un po’ di più per passare a trovarli nei luoghi dove esercitano il loro servizio (l’Uruguay è così piccolo: non mi sarà tanto difficile, no?), si tratterà di aprire il cuore per accogliere nuovi amici e amiche, magari finora conosciuti appena per nome, e stringere con loro un rapporto molto più forte e verace. Si tratterà, con tutti, di saper vivere quella comunione apostolica di cui ci parla tanto spesso il libro degli Atti e che a volte, per tanti e distinti motivi, releghiamo ad un secondo piano…
Molti dei miei colleghi lo stanno facendo da anni, io sono appena agli inizi: a tutti voi che mi «leggete» la richiesta di sostenermi con la preghiera in questo nuovo compito così delicato ed importante.
 
don marco piola negri
 
nella foto: il gruppo dei «colleghi» riuniti a Fortaleza


Don Marco

Torna alla lista degli articoli
Immagini
visualizza immagine 
Copyright © Parrocchia di Galliate 2005 - Tutti i diritti sono riservati - e-mail:parrocchia.galliate@davide.it
Powered by:  Web Agency, Sviluppo Mobile, Servizi Cloud, Social Marketing